CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Mostre ed Esposizioni

Cerca nel blog

venerdì 29 novembre 2013

Sky Tv, Cinema e Calcio in HD a 29 euro: affrettati

Scegli Sky Cinema e Sky ti offre il Calcio fino al 30/09/2014
Installazione My Sky GRATIS
29€/mese
anziché53€
Sei già cliente Sky?
Presenta un amico a Sky, per te 100 euro di sconto.

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Mail-Maker

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito web.
Qualora non desideriate ricevere in futuro comunicazioni dalla ditta scrivente, potete inviare un messaggio di posta elettronica all'indirizzo mittente con oggetto RIMUOVI o Cliccate qui per richiedere la CANCELLAZIONE dalla mailing list di www.corrieredelweb.it.

giovedì 28 novembre 2013

Workshop progetto WHERE Roma 29 novembre 2013

 

 

 

Workshop WHERE

 

Venerdì 29 novembre 2013

ore 9:00 – 13:00

 

Ex chiesa di Santa Marta

Piazza del Collegio Romano 5  Roma

 

Si prega di confermare la propria presenza:

Manuela Tomassini - manuela.tomassini@nextant.it, Tel. 06 91139002

 

 

 

 

 

Referenti workshop:

Marco Romani - marco.romani@nais-solutions.it;

Antonio Monteleone - antonio.monteleone@nais-solutions.it

 

MiBACT : sg.relazioniesterne@beniculturali.it

 

 

Siracusa - “La poetica dell’immagine”, mostra di Alvarez e Guccione nella Galleria Qudrifoglio

Sabato 7 dicembre alle ore 18.00 nella Galleria Quadrifoglio (Via Santi Coronati 13, Ortigia) sarà inaugurata la mostra di Sonia Alvarez e Piero Guccione dal titolo " La poetica dell'immagine", a cura di Mario Cucè. L'evento è patrocinato dal Comune di Siracusa.


"La mostra di Sonia Alvarez e Piero Guccione – come scrive Paolo Nifosì nel dépliant - è particolarmente intrigante per diverse ragioni. Piero e Sonia sono compagni di vita e da trentacinque anni discutono anche di pittura quotidianamente". Non solo. I due artisti, oltre al comune senso "classico" della pittura, sono complementari quanto a scelte iconografiche.

La Alvarez dipinge immagini di interni, "gli angoli della sua casa saturi di memorie, di letteratura, di dipinti di artisti amati, dalle icone russe che le ricordano la casa dei nonni di origine greca, alle stoffe di Vermeer e degli interni olandesi in cui ha vissuto per alcuni anni, ai dipinti di La Tour o di Chardin". Nella sua pittura è la penombra ad essere protagonista.

Guccione dipinge l'esterno, la lontananza, la luce: "dai campi e dal vallone vicino, ai carrubi, fino all'orizzonte dove il mare s'incontra col cielo", ma anche "la solitudine e la malinconia delle pietre, gli alberi dei carrubi feriti e sanguinolenti, la felicità di un mandorlo in fiore, i sentieri nel mare infinito".

"A riguardare le opere di Sonia e Piero – continua Nifosì - in questa mostra in cui si confrontano, diventano emblematiche di una condizione antropologica tra maschile e femminile, tra la dimensione interna che è femminile e una esterna che è maschile, espressa e celebrata negli oli, nei pastelli, nelle grafiche".

Sonia Alvarez è nata a Marsiglia da genitori greci. Dopo gli studi umanistici si è dedicata al disegno, alla pittura e alla scultura, vivendo tra il Marocco, Parigi e l'Olanda. Nel 1977, con Piero Guccione, ha trascorso lunghi periodi di lavoro in Sicilia dove si è trasferita definitivamente nel 1979. Ha preso parte a numerose mostre personali in gallerie pubbliche e private di notevole prestigio, cui si aggiungono le collettive alle quali partecipa con il Gruppo di Scicli.

Piero Guccione (Scicli, 1935) si è formato a Roma dove ha frequentato i pittori neorealisti Attardi e Vespignani. È stato assistente di Renato Guttuso all'Accademia di belle Arti di Roma dove ha insegnato pittura. Il suo curriculum è ricco di mostre ospitate nelle più importanti Gallerie d'Arte in Italia e all'estero e di antologiche in musei di prestigio internazionale. Insignito nel 1999 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Premio speciale per la Cultura con Riccardo Muti e Rita Levi Montalcini, nel 2004 ha ricevuto la medaglia d'oro della Presidenza della Repubblica Italiana per le sue benemerenze nel campo dell'arte. Una sua opera fa parte dal 2003 della collezione permanente di Palazzo Madama.

La mostra potrà essere visitata sino al 7 gennaio, tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00.



Info e contatti

Quadrifoglio - Galleria d'arte contemporanea
Via Santi Coronati, 13 – Ortigia, Siracusa
Tel. 0931 64443 -
Sito web: www.galleriaquadrifoglio.it
E-mail:info@galleriaquadrifoglio.it

GOODBYE MENDOZA

CHROMOPHOBIA

personale di


Ryan Mendoza



E' Bologna la città che vent'anni fa accoglie per prima un
giovanissimo Ryan Mendoza, da poco trasferitosi in Europa dagli Stati
Uniti. Ed è ancora Bologna la città che chiude il cerchio
dell'esperienza italiana ed europea di Mendoza, che rientrerà a New
York per stabilirvisi permanentemente. Questo l'annuncio fatto oggi
dallo stesso artista presente alla conferenza stampa di presentazione
della sua nuova personale, CHROMOPHOBIA, in apertura venerdì 29
novembre presso ABC a Bologna, in Via Farini 30.


Nel corso di due decenni Mendoza ha sviluppato il suo percorso
artistico dividendosi tra Napoli e Berlino ed esponendo nei musei e
nelle gallerie di punta di tutto il mondo tra cui la White Cube di
Londra, la Galerie Lelong di Parigi e l'Akira Ikeda Gallery di Tokio.
Un punto di vista privilegiato il suo, la lontananza dalla terra e
dalla cultura d'origine gli permette di meglio analizzare, sviscerare
e forse sciogliere i grandi quesiti e i turbamenti che gli derivano
dal suo essere uomo, artista e originario di una terra "complessa,
intrigante, abominevole". CHROMOPHOBIA, che sarà visitabile fino al 10
gennaio 2014, parla anche di questo.


Al rientro negli Stati Uniti, in programma per Mendoza c'è una
residenza artistica ed una mostra personale alla MANA CONTEMPORARY di
Jersey City in New Jersey, dietro invito di Karline Moeller
(figliastra di Heiner Friedrich, fondatore della DIA FOUNDATION).


Se un cerchio si chiude Ryan Mendoza vuole ringraziare il suo pubblico
e l'Italia con un'azione simbolica: l'omaggio di suoi dieci
disegni inediti che avverrà mediante la performance in occasione
dell'inaugurazione di CHROMOPHOBIA. La mostra sarà infatti anche
un'anteprima di "Everything is Mine", il diario tenuto
dall'artista dopo il trasferimento dalla Pennsylvania a Berlino e che
sarà pubblicato da Bompiani nel 2014, con la traduzione di Simona
Vinci. Il pavimento dello spazio espositivo sarà totalmente ricoperto
da 4.000 copie di due pagine del manoscritto originale, tra queste
sono custoditi i dieci disegni inediti che Mendoza ha voluto omaggiare
ai visitatori, primi lettori in anteprima del diario.


La mostra, che presenterà al pubblico oltre venti opere inedite,
ideata e promossa da ABC con il Patrocinio della Regione Emilia
Romagna, di Genus Bononiae e del CNA, sarà molto più che
un'esposizione, sarà una performance partecipata, un vero happening,
un arrivederci. Arrivederci Mendoza.


Il catalogo , edito da ABC, contiene un testo critico di Beatrice
Buscaroli.

Siracusa - “La poetica dell’immagine”, mostra di Alvarez e Guccione nella Galleria Quadrifoglio





 Agli organi di Stampa

Siracusa, 28/11/2013


"La poetica dell'immagine", mostra di Alvarez e Guccione nella Galleria Quadrifoglio

Sabato 7 dicembre alle ore 18.00 nella Galleria Quadrifoglio (Via Santi Coronati 13, Ortigia) sarà inaugurata la mostra di Sonia Alvarez e Piero Guccione dal titolo " La poetica dell'immagine", a cura di Mario Cucè. L'evento è patrocinato dal Comune di Siracusa.

"La mostra di Sonia Alvarez e Piero Guccione – come scrive Paolo Nifosì nel dépliant - è particolarmente intrigante per diverse ragioni. Piero e Sonia sono compagni di vita e da trentacinque anni discutono anche di pittura quotidianamente". Non solo. I due artisti, oltre al comune senso "classico" della pittura, sono complementari quanto a scelte iconografiche.

La Alvarez dipinge immagini di interni, "gli angoli della sua casa saturi di memorie, di letteratura, di dipinti di artisti amati, dalle icone russe che le ricordano la casa dei nonni di origine greca, alle stoffe di Vermeer e degli interni olandesi in cui ha vissuto per alcuni anni, ai dipinti di La Tour o di Chardin". Nella sua pittura è la penombra ad essere protagonista.

Guccione dipinge l'esterno, la lontananza, la luce: "dai campi e dal vallone vicino, ai carrubi, fino all'orizzonte dove il mare s'incontra col cielo", ma anche "la solitudine e la malinconia delle pietre, gli alberi dei carrubi feriti e sanguinolenti, la felicità di un mandorlo in fiore, i sentieri nel mare infinito".

"A riguardare le opere di Sonia e Piero – continua Nifosì - in questa mostra in cui si confrontano, diventano emblematiche di una condizione antropologica tra maschile e femminile, tra la dimensione interna che è femminile e una esterna che è maschile, espressa e celebrata negli oli, nei pastelli, nelle grafiche".

Sonia Alvarez è nata a Marsiglia da genitori greci. Dopo gli studi umanistici si è dedicata al disegno, alla pittura e alla scultura, vivendo tra il Marocco, Parigi e l'Olanda. Nel 1977, con Piero Guccione, ha trascorso lunghi periodi di lavoro in Sicilia dove si è trasferita definitivamente nel 1979. Ha preso parte a numerose mostre personali in gallerie pubbliche e private di notevole prestigio, cui si aggiungono le collettive alle quali partecipa con il Gruppo di Scicli.

Piero Guccione (Scicli, 1935) si è formato a Roma dove ha frequentato i pittori neorealisti Attardi e Vespignani. È stato assistente di Renato Guttuso all'Accademia di belle Arti di Roma dove ha insegnato pittura. Il suo curriculum è ricco di mostre ospitate nelle più importanti Gallerie d'Arte in Italia e all'estero e di antologiche in musei di prestigio internazionale. Insignito nel 1999 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del Premio speciale per la Cultura con Riccardo Muti e Rita Levi Montalcini, nel 2004 ha ricevuto la medaglia d'oro della Presidenza della Repubblica Italiana per le sue benemerenze nel campo dell'arte. Una sua opera fa parte dal 2003 della collezione permanente di Palazzo Madama.

La mostra potrà essere visitata sino al 7 gennaio, tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 alle 20.00.



Info e contatti

Quadrifoglio - Galleria d'arte contemporanea
Via Santi Coronati, 13 – Ortigia, Siracusa
Tel. 0931 64443 -
Sito web: www.galleriaquadrifoglio.it
E-mail:info@galleriaquadrifoglio.it




--
INpress ufficio stampa 
di Giovanni Criscione
p. iva. 01467520886
Via Assì 13, Modica (RG)
tel. 0932 752707
cell. 329 3167786

mercoledì 27 novembre 2013

Jara Marzulli, "Riportami all'inizio". Opere inedite per la personale dell'artista barese alla E-lite studiogallery di Lecce


Inaugura alle ore 19 di venerdì 20 dicembre presso la galleria d'arte contemporanea E-lite studiogallery di Lecce, Riportami all'inizio, la personale dell'artista barese Jara Marzulli, a cura di Roberto Lacarbonara.

 

Opere inedite, oli su tela e disegni mai esposti prima, per una mostra che, come afferma il curatore nel testo critico in catalogo, "è la narrazione di una memoria falsata, lo sguardo rivolto a un passato impossibile da riconoscere laddove l'orizzonte del tempo produce una insidiosa estraneità del soggetto rispetto a se stesso. I corpi di Marzulli sono immersi in una placenta irreale, uno spazio della visione privo di scena, senza alcuna prospettiva, come nell'onirica invenzione di un luogo dove è possibile l'immediata convivenza del concreto e del fantastico. E accade che, nel cuore della rappresentazione, emerga una moltitudine di segni, allegorie, presenze animali e squarci visuali sulle campiture che conducono a uno spazio terzo, mnemonico, a un "inizio" di cui non si dà storia ma solo desiderio: un inizio sempre differente, sempre in grado di alterare quello che un uomo è, adesso. L'artista barese è da sempre impegnata in una rigorosa ricerca di grande realismo attorno alla condizione del corpo, alla metamorfosi e all'emersione delle tracce esistenziali che la pelle incorpora quasi come schermo che contiene le irrisolte relazioni conflittuali attraversate da ogni individuo nel corso della propria esistenza".

 

Il titolo stesso della mostra, "Riportami all'inizio", tratto dalla canzone "Anche se altrove" dei Carmilla e il Segreto dei Ciliegi, scritta da Giuliana Schiavone, risuona come un invito, quasi sussurrato dall'artista al visitatore, a sperimentare con lei quella dimensione intermedia di pensiero e di esperienza che è l'equivalente dell'area transizionale del bambino, quello spazio potenziale tra individuo e ambiente, quell'"inizio" in cui si modella ogni forma di processo mentale creativo, che permette di sviluppare un'autonomia riflessiva personale, di cogliere l'opportunità che ciascuno di noi vuole concedersi, di dare un nuovo e personale significato alla propria esistenza e al mondo, a partire dalle pregresse esperienze sociali e culturali.

 

La mostra, accompagnata dal catalogo edito da Editrice Salentina e visitabile fino al 31 gennaio (mar – sab: 17.00 – 20.30, ingresso gratuito), come racconta la gallerista Claudia Pellegrino, "è la prima personale dedicata a uno degli artisti che collaborano in maniera continuativa con E-lite a essere presentata nella sede della galleria e aderisce appieno alla volontà di proporre un'offerta artistica e culturale di qualità, focalizzata principalmente sulla pittura, nell'ambito della figurazione.

 

Durante le festività natalizie la mostra osserverà le seguenti aperture straordinarie: domenica 22 e lunedì 23 dalle 17.00 alle 20.30; martedì 24 dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00.

 

 

Jara Marzulli

Nata nel 1977 a Bari.

Diplomata all'Accademia di Belle Arti di Bari con il massimo dei voti. Partecipa dal 1999 a numerose mostre personali e collettive in Italia (RezArte galleria, Reggio Emilia; Fabbrica Borroni, Bollate, Milano; Palazzo Durini, Milano; E-lite studiogallery, Palazzo Pirola, Gorgonzola (MI); E-lite studiogallery, Lecce, Palazzo Vernazza, Lecce; Galleria Contemporanea Roma; Ex Manicomio, Roma; Museo Pino Pascali, Polignano a Mare (BA) ecc.) e all'estero (Fiera Art Taipei 2013, Taiwan, Cina; Galleria Akbank Sanat, Istanbul, Turchia; Museo Maguncia, Buenos Aires, Argentina); è stata selezionata e premiata in tanti concorsi tra i quali "Premio Morlotti", XII Biennale dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo, Castel Sant'Elmo (NA), "premio Combat", "premio ORA; "Wannabee Prize International Art Contest 2011". Le sue opere sono pubblicate in numerosi cataloghi.

 

La sua arte racconta di un sentire al tempo stesso estatico e carnale, reso ancor più incisivo e toccante dalla perfezione tecnica che contraddistingue l'artista. Una dimensione liquida e indefinita, in cui bambini e donne si stagliano su sfondi trasparenti e gocciolanti, una lucida e lacerante qualità espressiva, un'indefinibile purezza che si veste di pittura, un costante gioco di spiazzamenti, di scambi di ruolo tra l'artista che dipinge e il soggetto raffigurato.
Vive e lavora ad Adelfia (BA), Italia.

www.jaramarzulli.it

 

 

 

Scheda informativa

 

Mostra personale di arte contemporanea
Artista: Jara Marzulli
Titolo: Riportami all'inizio
A cura di: Roberto Lacarbonara
Organizzazione e realizzazione: E-lite studiogallery galleria d'arte contemporanea Lecce

Catalogo in mostra, a cura di Roberto Lacarbonara, edito da Editrice Salentina

Grafica: Enig Russo

Sede: E-lite studiogallery
Indirizzo: Corte San Blasio 1c, Lecce

Inaugurazione: venerdì 20 dicembre 2013, ore 19
Date: dal 20 dicembre 2013 al 14 gennaio 2014
Orari apertura al pubblico:  mar – sab: 17.00 – 20.30
;

aperture straordinarie: domenica 22 e lunedì 23: 17.00 - 20.30;

martedì 24: 10.00 – 12.00; 16.00 – 19.00

Ingresso: gratuito
Informazioni: Claudia Pellegrino | mobile: +39 338_1674879

Mail: info@elitestudiogallery.com | Web: www.elitestudiogallery.com

 

Ufficio stampa FLPress: Flavia Lanza | mail: flpressartnews@gmail.com | tel. +39 340_9245760


Marco Milia I In aĕre in aquis


Comunicato stampa

 

Marco Milia I In aĕre in aquis

 

7 dicembre 2013/13 gennaio 2014 – Case Romane del Celio, Roma

Progetto Takeawaygallery – a cura di Carlotta Monteverde

 

Si intitola In aĕre in aquis il primo appuntamento di un progetto di tre mostre a cura Takeawaygallery negli spazi del complesso archeologico delle Case Romane del Celio: dal 7 dicembre 2013 al 13 gennaio 2014 verranno presentati i lavori site-specific di Marco Milia (Roma 1976), inaugurazione in coincidenza con l'apertura serale del museo. Nascoste e poco conosciute, le Case del Celio sorgono tra le fondamenta della Basilica dei Ss. Giovanni e Paolo: interamente al coperto, sono riuscite a mantenere intatte le loro peculiarità, conservando affreschi, ninfeo, mosaici e suggestive sovrapposizioni. Testimonianza della vita domestica e sociale della Roma ai tempi dell'Impero —la loro struttura è data della fusione di una domus del II secolo d.C. e di un'insula del III, a comporre un'unica grande residenza alla conclusione dello stesso secolo, fino all'istituzione del titulus cristiano nel IV— sono composte da un dedalo di stanze e stratificazioni, tra ampi vani ed angoli nascosti, percorso ideale ad ospitare un incontro e dialogo con il contemporaneo. La mostra di Marco Milia è la prima mai allestita in questa sede, occasione per generare cortocircuiti e prospettive sempre nuove.

La ricerca dell'artista, connotata da forme rigorose, dall'uso del policarbonato blu e trasparente come unico materiale utilizzato e dalla luce che su di esso produce riflessi e bagliori, esamina la rete di rapporti con il luogo in cui è installato, sia esso il paesaggio naturale o un contesto storico. Il lavoro in situ, parte fondante del suo approccio, si coniuga con la volontà di interazione e reciprocità col pubblico, chiamato a farne esperienza tanto fisicamente che sensibilmente.

Per gli oltre venti ambienti ipogei disposti su diversi livelli il giovane scultore romano ha progettato un percorso scandito da monumentali strutture primarie, ripetendo ed alternando la figura archetipa del cerchio a quella del parallelepipedo. Prendendo in esame tanto le caratteristiche materiali che immateriali del luogo, Milia sceglie gli elementi naturali di acqua ed aria come simbolo e filo conduttore per reinterpretare e dialogare con le Case Romane e la loro storia: il passaggio da una stanza all'altra alterna vani immersi nel blu a spazi di luce pura, in un continuo rimando a quelle sostanze portatrici di vita, così significative tanto nella consuetudine pubblica e sociale romana che in quella privata della domus. L'intervento è la risposta emotiva e sensoriale alle sollecitazioni suggestive del sito, un'atmosfera sospesa e rarefatta: percorrere le sale è come immergersi in aĕre ed in aquis.

 

Info:

In aĕre in aquis – mostra personale di Marco Milia

Progetto: Takeawaygallery

A cura di: Carlotta Monteverde

Organizzata e promossa da Takeawaygallery e Spazio Libero

 

Apertura serale del museo: 7 dicembre 19.00 – 23.30

Dal 7 dicembre 2013 al 13 gennaio 2014 

 

Case Romane del Celio

Ingresso dal Clivo di Scauro, Roma

Orari: giov - lun 10.00 / 13.00 - 15.00 / 18.00 - chiuso mart e merc

Ingresso: biglietto intero 6,00 € - biglietto ridotto 4,00 €

 

Contatti: info@spazioliberocoop.it    www.caseromane.it

takeawaygallery@gmail.com -  http://www.takeawaygalleryroma.altervista.org/Roma/

                 

 

Sotto l'alta sorveglianza del MiBAC Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma

Patrocinio: Ministero dell'Interno – Fondo Edifici di Culto

Sponsor tecnici: SPEDART – Servizi per l'Arte

Progetto grafico: Aurelio Candido

Consulente al lighting design: Paolo Di Pasquale

Scopri le offerte ALD per la tua mobilità

ALD Automotive
Scegli il tuo veicolo e goditi i vantaggi.
Servizio clienti dedicato, soccorso stradale 24h...
Sali a bordo. Ti portiamo dove tutto è più semplice.
Mercedes Classe A 160 cdi ExecutiveFiat 500 Pop Star 1.2 69CV
Scopri l'offerta Mercedes Classe A 160Scopri l'offerta Fiat 500
Nissan Note 1.5 dci AcentaGrand Cherokee 3.0 V6 Multijet II
Scopri l'offerta Nissan NoteScopri l'offerta Grand Cherokee
ALD AutomotivePresenza internazionale

Se non vedi il messaggio, puoi usare questo link.

Mail-Maker

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito web.
Qualora non desideriate ricevere in futuro comunicazioni dalla ditta scrivente, potete inviare un messaggio di posta elettronica all'indirizzo mittente con oggetto RIMUOVI o Cliccate qui per richiedere la CANCELLAZIONE dalla mailing list di www.corrieredelweb.it.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *