Cerca nel blog

venerdì 24 marzo 2017

Mostra PERSONE & PERSONAGGI | Torino, Mirafiori Galerie, dal 6 aprile


Andrea Zanninello 
PERSONE & PERSONAGGI 
Opening giovedì 6 aprile, dalle 18 alle 20
In esposizione da giovedì 6 aprile a domenica 30 aprile 
Mirafiori Galerie, Piazza Riccardo Cattaneo, Torino – INGRESSO LIBERO

Una carrellata di ritratti fortemente espressividipinti da Andrea Zanninello, danno vita alla nuova rassegna "Persone & Personaggi"allestita da giovedì 6 aprile presso la Mirafiori Galerie, lo spazio permanente dedicato all'arte contemporanea che è parte integrante del Mirafiori Motor Village

Andrea Zanninello è un giovane artista emergente, che, in parallelo alla formazione accademica in corso, si distingue sul territorio torinese ponendo la propria firma nel campo figurativo. 

Nei suoi quadri propone un linguaggio visivo/materico realizzando ritratti, ricchi di particolari, ma riconoscibili nelgesto incisivo capace di riflettere i suoi stati d'animo nell'istante creativo e quelli dei soggetti scelti, raggiungendo un impeccabile virtuosismo nel risultato.

Le opere ritraggono artisti e personaggi noti– da Marylin Monroe a Robert De Niro, dall'escapologo e illusionista Harry Houdini cui è dedicato un trittico, a Roberto Benigni, daMichael Jackson a Johnny Cash – ma anche persone che fanno parte della vita dell'artista

In esposizione anche un suo divertente e ironico autoritratto (l'ultimo nella carrellata riportata in alto)

Si tratta in tutto di 18 pannelli realizzati con tecnica mista, olio su tela, pastello e aerografo. 

"Mi piace disegnare ritratti perché restituiscono e fissano per sempre "pezzi di vita"momenti della mia ma anche delle persone che scelgo – spiega Andrea Zanninello – Il mio percorso muove da un orientamento figurativo iper realistico per arrivare, come nelle opere esposte alla Mirafiori Galerie, a un approccio più realistico che preferisco perché, essendo più istintivo, mi consente di esprimere e comunicare emozioni in modo più diretto, immediato e intenso".

Mirafiori Galerie - Mirafiori Motor Village
Piazza Riccardo Cattaneo, Torino 
Lunedì-venerdì 920 | sabato 919.30 | domenica 9.3013 -- 1519.30



Esposizioni personali e mostre collettive

▪ Alcune opere dal 2014 sono esposte presso il ristorante "Pappagallo", 444 Conch Point Rd, West Bay, Isole Cayman

▪ Esposizioni personali nel corso di eventi locali organizzati in Torino e paesi limitrofi, Cumiana, Orbassano, Pinerolo, Rivalta, Roletto, Volvera

▪ Occhio alla borsa (Asta benefica organizzata da Silvano e Enzo Mercuri)12 Novembre 2016, Via Torricelli 30, Torino 

▪ On Air- Piossasco Music Festival, dal 3 al 5 Giugno 2016Via Riva Po, Piossasco Torino

▪ La magia del colore, 20 Maggio 2016, presso Piazzale dell'Arte, Via Druento 30

▪ "Ritratti & Rock" esposizione personale ottobre 2014 al Margot di Carmagnola, Via Gaetano Donizzetti 23

▪ Esposizione di incisione Sottotorchio dal 21 giugno 2013 presso L'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino a cura della prof.ssa Marilena De Stefano

▪ Aerografie e live painting nei motoraduni Motoclub the Ogres, 02 Giugno 2013 01 Giugno 2014 31 Maggio 2015Via Giaveno 46, Rivalta di Torino

▪ Sguardi Luminosi Esposizione, dal 6 febbraio al 5 marzo 2013, Accademia Albertina di Belle Arti di Torino con la scuola di pittura di Marco Cingolani a cura di Guido Curto, presso Mirafiori Galerie (Mirafiori Motor Village), piazza Riccardo Cattaneo, Torino 

▪ Collettiva di pittura 2012, presso i locali del Comune di Cumiana (Torino), Piazza Martiri 3 Aprile

▪ Artelier: Esposizione Artistica, dal 4 all'11 Dicembre 2011, Corso San Maurizio69/b, Torino

▪ Artquake, 17 Novembre 2011, Via Principe Amedeo 33/f, Torino

▪ LGBTE International Arts esposizione dal 29 aprile al 15 giugno 2011, presso l'associazione culturale Koinè via Santa Giulia 14/c Torino

▪ Io espongo, 9 Marzo 2011, Piazza Emanuele Filiberto, Torino

▪ Internazionale Italia Arte 2010, Aprile 2010,presso Villa Gualino, Viale Settimio Severo, 63 - Torino 

▪ Rassegna Profili d'Artista (esposizione) Giugno 2009 (www.pictor.it/index.mostra-collettiva-profili-dartista-giugno-2009), presso Accademia Pictor di Via Pietro Micca 4, Torino (rif. Courrier Des Arts del 10 luglio 2009)  

▪ "Me, me stesso e la mia arte": esposizione personale dall'8 al 10 Maggio 2009, presso il Centro Puzzle, Via della Bassa Orbassano (riferimento nel Bisettimale di informazione locale Luna Nuova, 13 Maggio 2009)


--
www.CorrieredelWeb.it

Carla Rigato alla Triennale di Roma - dal 26 marzo al 23 aprile 2017 - Complesso del Vittoriano, Ala Brasini - Roma



Un inizio d'anno ricco di successi per l'artista padovana Carla Rigato, attualmente tra i 27 artisti internazionali selezionati per il progetto d'arte contemporanea "Love and Violence" organizzato dal Comune di Padova dall'11 febbraio al 2 aprile in Galleria Civica Cavour, che sta raccogliendo un gran successo di pubblico e critica. 

Carla Rigato sarà tra gli artisti di "Aeterna" terza Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma che aprirà al pubblico dal 26 marzo al 23 aprile 2017 presso il Complesso del Vittoriano Ala Brasini

La mostra coinvolgerà tutta la città grazie ai Padiglioni Nazionali Esterni, previsti a Palazzo Velli Expo, nel cuore di Trastevere, e presso la Fondazione Venanzo Crocetti. Curata da Gianni Dunil la Triennale di Roma 2017 sarà inaugurata da Daniele Radini Tedeschi e Achille Bonito Oliva sabato 1 aprile 2017 dalle ore 15.00 alle ore 19.00, ingresso libero.

Carla Rigato si inserisce nello storico scenario del Complesso del Vittoriano con l'opera "Donna d'acqua" (2015, acrilico su tela, 100x100 cm). Una tela dove tra tenui sfumature d'azzurro prende vita una delicata figura di donna. 
Fuoco, aria, terra e acqua, gli elementi fondanti dell'armonia cosmica, rispondono nelle tele di Carla Rigato al richiamo della creazione e si fanno veicolo alla forza creatrice dell'opera stessa. 
L'artista qui si libra sopra i vincoli della materia con una pittura che apre a mondi abissali e come un mare invita all'immersione. Sulla superficie della tela i colori si accostano e contrastano fino a trovare una profonda armonia, una cosmologia che si sostanzia di materia, di vapore, liquidamente aerea. 
Un astratto che qui tende al figurativo, quasi un percorso a ritroso che dona spazi di meditazione e invita alla scoperta delle profondità dell'Essere.
L'idea che anima quest'edizione della triennale è una riflessione sul concetto di effimero contrapposto a quello di eterno, sulle possibilità delle arti visive di rispondere ai valori sociali contrastanti e tendenti sempre più verso un nichilismo tecnologico, un tilt estetico, un azzeramento formale ed una linguistica dell'incomunicabilità. 
La finalità è quella di sottolineare la potenzialità dell'arte di mantenere la persistenza dell'idea estetica al di là di ogni moda, gusto o epoca, lasciando ravvisabili i segni di una traccia comune tesa da Piero della Francesca a Pollock, da Cimabue a Morandi, dai Longobardi a d'Orazio, ovvero dall'antichità ad oggi. 
Il catalogo della mostra raccoglierà le fotografie di tutte le opere esposte con un saggio introduttivo di Vittorio Sgarbi.

BIOGRAFIA - L'arte di Carla Rigato è espressione del nostro tempo. Con passione e forza visionaria ha messo sotto esame le principali fonti della pittura del Novecento, dall'Espressionismo all'Astrattismo, per coglierne gli aspetti che meglio traducono il senso di contemporaneità. 
La sua ricerca pittorica si lancia da queste basi alla conquista di un linguaggio nuovo, moderno, musicale, flessibile, contrassegnato da note coloristiche inconfondibili che ne stimolano una lettura unica. 
Oltre alle numerose presenze in rassegne collettive e mostre personali, sia nazionali che internazionali, Carla Rigato ha esposto i suoi lavori al Padiglione Italia della 54° Mostra Internazionale d'Arte "la Biennale di Venezia" mentre alla 55° Biennale di Venezia è stata ospitata al Padiglione Tibet e all'evento collaterale Overplay. 
Nel 2015 è stata tra gli artisti selezionati all'Expo Milano 2015 – Padiglione Aquae Venezia. Da segnalare nel 2016 la partecipazione alla mostra "Padiglione Tibet. 
Il padiglione per un paese che non c'è" (evento nato alla Biennale d'Arte di Venezia) al Castello Visconteo di Pavia e la personale "Poesia e sinfonie dell'informale" alla Galleria La Teca di Padova.

CARLA RIGATO CONTATTI:
Atelier / Studio Via Roma, 71 b
35036 Montegrotto Terme – Padova
www.carlarigato.it
www.facebook.com/carlarigatoartista/

INFORMAZIONI:
Esposizione Triennale di Arti Visive a Roma
26 marzo - 23 aprile 2017 | inaugurazione 1 aprile 2017 ore 15.00
Complesso del Vittoriano, Ala Brasini
Via di San Pietro in Carcere - 00186 - Roma

Orari Complesso del Vittoriano - Ala Brasini
Lunedì - Giovedì 9.30 -19.30
Venerdì - Sabato 9.30 - 22.00
Domenica 9.30 - 20.30 Ingresso libero
L'ingresso è consentito fino a 45 minuti prima dell'orario di chiusura
www.esposizionetriennale.it | @esposizionetriennalediroma | #triennalediroma2017 | #T17



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 22 marzo 2017

MOSTRA DI SERGIO STAINO "PASSIONE E MATITE" AL TEATRO VILLA PAMPHILJl - ROMA dal 24 marzo al 20 aprile 2017 - ingresso libero


"Passione e matite" 
di Sergio Staino

Dal 24 marzo al 20 aprile 2017 - dal martedì alla domenica -  ore 10-17
ROMA: Teatro Villa Pamphilj /Piano terra Villino Corsini  - ingresso libero
INCONTRO CON L'ARTISTA: SABATO 1 APRILE ORE 11.30

Sergio Staino in mostra a Roma, al Teatro Villa Pamphilj dal 24 marzo al 20 aprile con una serie di tavole tutte dedicate al teatro.

Saranno infatti allestiti, nello spazio espositivo al piano terra del Villino Corsini, i bozzetti dei costumi disegnati dal celebre vignettista satirico, papà di Bobo, commissionati dal festival Opera Barga per "Il potestà di Colognole", opera buffa di Jacopo Melani, con libretto di Giovanni Andrea Moniglia, una sorta di commedia degli equivoci con toni satirici accentuati, che fu composta e messa in scena per la prima volta nel 1657 per l'inaugurazione del Teatro della Pergola di Firenze

Ma non solo: l'esposizione sarà impreziosita anche da altri disegni in tema, come i bozzetti per i personaggi della commedia "Il mestiere di ridere" di Vinicio Gioli (di cui ha curato anche la regia) e da alcune esilaranti tavole satiriche dedicate a grandi personaggi quali Otello e Amleto.

Da sempre Sergio Staino, artista poliedrico che nel corso della sua carriera si è avvicinato e ha interagito con diversi linguaggi artistici, è vicino al teatro e in tal senso numerosi sono i suoi impegni, da direttore artistico del Teatro Puccini di Firenze alla presidenza dell'Istituzione Servizi Culturali di Scandicci, fino alla direzione artistica dell'Estate Fiorentina.

Sergio Staino sarà presente, sabato 1° aprile alle ore 11.30 (ingresso gratuito) per un incontro-conferenza con il disegnatore Fabio Magnasciutti e moderato da Anna Maria Piccoli.




Sergio Staino nasce a Piancastagnaio, in provincia di Siena, nel 1940. Laureato in Architettura, sfrutterà quel titolo per insegnare materie tecniche alle scuole medie nell'area fiorentina. 

Giunto "nel mezzo del cammin di sua vita", tuttavia, l'architetto Staino imbocca una nuova, fortunatissima strada, che gli servirà per descrivere, parafrasandola, la crisi politica ed esistenziale nella quale stava smarrendo la via diritta. 

Si tratta del Fumetto. Staino vi si avvicina abbastanza timidamente, ignorando di divenire a tempo di record una delle firme satiriche italiane più importanti e popolari. 

A fumetti, descriverà un po' se stesso e un po' i turbamenti della sua generazione sessantottina attraverso il personaggio di Bobo, che nasce col ritmo della striscia, lo stesso di Charlie Brown e di Beetle Bailey. Le prime tavole scritte e disegnate da Staino, con una presentazione del carismatico Oreste del Buono, appaiono su Linus nel 1979.

Nel 1986 ha fondato e diretto il settimanale satirico "Tango". E' stato inoltre regista teatrale, televisivo e cinematografico. 

Direttore artistico del teatro Puccini di Firenze (1991-1999) e dell'Estate Fiorentina (1998-1999), è stato a lungo presidente dell'Istituzione Servizi Culturali di Scandicci e consulente artistico dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze. 

Nel 2000 ha disegnato scene e costumi per l'opera lirica "Il podestà di Colognole", presentata al festival "Opera Barga" e al teatro "La Pergola" di Firenze. 

Nel 2001 ha prodotto per la Fondazione Collodi una mostra di quadri satirici "Pinocchio Novecento" con le avventure del burattino. 

 Numerosissimi i volumi pubblicati, tra cui "Il romanzo di Bobo", "Montemaggio, una storia partigiana", "La trilogia sul Natale" in collaborazione con Adriano Sofri e Isabella Staino, "La guerra di Peter", "All together Bobo!"  e la raccolta di vignette "A chi troppo e a chi niente".  Ha realizzato anche vari libri per bambini e romanzi satirici.

Staino collabora alla pagina culturale del quotidiano romano Il Messaggero e, nel 1982, imposta il suo proficuo rapporto con L'Unità, di cui oggi è direttore, superato l'iniziale scetticismo sulle possibilità di ironizzare dal podio di un organo di partito.

Teatro Villa Pamphilj - Villino Corsini
Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 - P.zza S. Pancrazio 9/a​,  00152 ROMA 
Orario Mostra: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 17
Info: tel. 06 5814176  dal martedì alla domenica​ - promozione@teatrovillapamphilj.it





--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 21 marzo 2017

Mostra: GIACOMO BALLA. Designing the Future | 5 aprile - 25 giugno 2017 | Londra, Estorick Collection


GIACOMO BALLA

Designing the Future

Collezione Biagiotti Cigna


Dipinti, Moda Futurista, Arti Applicate di Giacomo Balla in esposizione a Londra


5 aprile – 25 giugno 2017
Londra (UK), Estorick Collection of Modern Italian Art
39a, Canonbury Square, N1 2AN

Inaugurazione
Martedì 4 aprile 2017, ore 18-20:30



La mostra che aprirà al pubblico presso la Estorick Collection il prossimo 5 aprile presenta una preziosa scelta di 116 opere tra le più significative della grande collezione  di opere (quasi 300) di Giacomo Balla (1871-1958) raccolte dalla stilista Laura Biagiotti e da Gianni Cigna in molti anni di appassionato collezionismo. 

A cura di Fabio Benzi - Direttore Scientifico della Fondazione Biagiotti Cigna, l'esposizione è la prima del Millennio del Maestro Giacomo Balla a Londra.

Illustra l'intero percorso artistico di Balla una scelta di 36 dipinti a olio, tempera e pastello comprendente opere altamente rappresentative, come Autospalla (1903), Inverno (1905), La siepe di Villa Borghese e Donna a Villa Borghese (1906), i ritratti di Egle Casarini e di Grethel Löwenstein (1911), capolavori del periodo divisionista; il Ritratto di Tolstoij del 1911, opera particolarmente significativa della transizione tra prefuturismo e futurismo; due importanti Compenetrazioni iridescenti (1913) e Vortice + Paesaggio (1913), uno splendido esempio delle rare  velocità astratte, soggetto suo tra i più famosi, illustrano il primissimo periodo futurista; Linee di forza di paesaggio maiolicato (1917-18), opera del ritorno al sintetismo del futurismo balliano, esposta nella prima personale alla Casa d'Arte Bragaglia nel 1918, Paesaggio di Villa Borghese (1918), Espansione di Primavera (1918), Una passione (1920), Dinamismo atmosferico (1922-25 c.), Futurpesci (1924) e Vaprofumo (1926), sono importanti e originali realizzazioni del futurismo maturo di Balla; infine una magnifica serie dei dipinti relativi al ritorno alla figurazione, tra cui Nel patio (1926), Parlano (1934), Autoritratto (Autobalsettanta, 1946).




Un nucleo importante è costituito dagli studi realizzati da Balla per la moda. Le opere della collezione su questo tema costituiscono infatti il maggiore e più importante insieme sulla moda futurista che esista (e una completissima e capillare panoramica dell'attività di Balla in questo campo), comprendendo pezzi storici di importanza fondamentale per la storia delle avanguardie europee come i bozzetti dei primi vestiti e tessuti futuristi (1913-14), e inoltre studi per ogni genere di elemento e accessorio di moda (giacche e completi maschili e femminili, cravatte, scarpe, borsette, ventagli, foulard, sciarpe, maglioni, gilet, tessuti, ricami, applicazioni, ecc.), nonché i manufatti realizzati all'epoca (dal 1914 al 1930 c.) degli stessi vestiti, delle cravatte, dei ricami, ecc.
Un altro insieme di grande interesse è rappresentato dagli studi e realizzazioni di arti applicate futuriste, comprendenti mobili, arazzi, paralumi, progetti per arredamenti, tappeti, lumi, ceramiche, oggetti diversi; questa fondamentale attività di Balla ha origine con la redazione del Manifesto della ricostruzione futurista dell'universo (1915), che segna, nella storia dell'avanguardia, il dilagare dell'estetica dall'opera d'arte tradizionale a tutti gli aspetti della vita quotidiana.
           


NOTIZIE UTILI

Orari                                                              Da mercoledì a sabato 11:00 – 18:00
Domenica 12:00 - 17:00
Lunedì e martedì chiuso

Biglietto d'ingresso                                         £ 6.50. Ridotto £ 4.50
                                                                         National Art pass £ 3.25
                                                                         Gratuito per bambini fino ai 16 anni
  e studenti con tesserino
  Il biglietto include la visita alla collezione permanente

Info                                                                  tel. +44 (0)2077049522
                                                                         info@estorickcollection.com
                                                                         www.estorickcollection.com

Fondazione Biagiotti Cigna


Laura Biagiotti insieme alla famiglia, nel 1996 ha costituito la Fondazione Biagiotti Cigna in memoria del marito, Gianni Cigna, prematuramente scomparso. La raccolta è nata da una grande passione per l'arte e riunisce oltre duecento lavori dell'artista Giacomo Balla, di cui uno dei nuclei principali è costituito dagli studi realizzati da Balla per la moda e rappresenta il maggiore e più importante insieme di arte applicata futurista che esista; l'intera collezione è stata presentata nel 1996 a Mosca al Museo Puskin e nel 1998 a Roma presso il Chiostro del Bramante. L'arazzo Genio Futurista (1925) è stato esibito all'Ara Pacis di Roma nel 2009 e nel Padiglione Italia in occasione di Expo Milano 2015. Opere significative della Collezione sono state esposte nei più importanti musei del mondo tra cui il Guggenheim di New York, il Museo d'Orsay di Parigi, il Kunstforum di Vienna, il MART Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, la Fondazione Prada Ca' Corner della Regina a Venezia.

«A Gianni e a me, pareva proprio di averlo conosciuto di persona, Giacomo Balla. In realtà la nostra Balstoria cominciò nell'ottobre 1986 quando approdai in modo fortuito, ma con intuizione felice, in una piccola galleria d'arte al centro di Roma, dove si teneva una mostra retrospettiva di opere della famiglia Balla. Ebbi in quell'occasione la mia folgorazione futurista sulla via di Damasco. Tornai a casa entusiasta e con mio marito Gianni Cigna decidemmo di acquisire la gran parte delle opere esposte. Nacque così il primo nucleo della raccolta e soprattutto sbocciò in quell'occasione la nostra amicizia con Luce ed Elica Balla, le figlie del pittore. Furono loro a farci conoscere in modo quasi tangibile il loro "Papà", non solo sotto il profilo di grande genio pittorico di questo secolo, ma anche e soprattutto come anima di artista gentile, poeta entusiasta dedicato totalmente alla sua ricerca di arte nella luce, di arte nel movimento, di arte nello stato d'animo. Molte opere le abbiamo acquistate, ma sarebbe più corretto dire ricevute in amorevole affidamento dalle "ragazze Balla", come noi, affettuosamente, definivamo le due anziane Signorine.
Memorie ed affetti che ho continuato a mantenere e promuovere attraverso ulteriori esposizioni e acquisizioni di opere di Giacomo Balla, ricercatore arguto e incontentabile evoluzionista, vero "Genio Futurista",  padre del design italiano e delle arti applicate del XX secolo».

Laura Biagiotti
Cavaliere del Lavoro, Presidente Fondazione Biagiotti Cigna e Presidente Biagiotti Group

Laura Biagiotti, appassionata collezionista, è tra i primi grandi nomi del Made in Italy a sostenere il binomio 'moda e arte' sia come fonte di dialogo nelle collezioni che come opera di mecenatismo. Ha restaurato, con il contributo di Laura Biagiotti Parfums, la Scala Cordonata del Campidoglio disegnata da Michelangelo e i due Dioscuri, le Fontane di Piazza Farnese a Roma e ha donato il nuovo Grande Sipario del Teatro la Fenice a Venezia dopo l'incendio.
Google
 

Ultime dai news-blog del CorrieredelWeb.it

Lettori fissi

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI